6 maggio – Andrea Occhipinti e Gradoli

In un albero accanto al vigneto, tra i rami, c’è un nido di uccello e dentro il nido uova bianche con puntini rossi e dentro le uova, vite che stanno prendendo una forma animale. Sembra tutto così fermo, pare non succedere mai niente eppure esiste un tempo in cui tutto si muove, tutto tende verso un punto segnato da una mano fatta di vento.

image

Andrea risale il filare togliendo i germogli che non serviranno alla pianta. Questo pezzo di vigna l’ha strappato al bosco che ci cresceva selvaggio con radici ed arbusti ormai abituati a stare in un luogo.
È stata un duro lavoro. Gli anziani mi avevano scoraggiato dicendomi che non ne valeva la pena. Adesso lo guardo questo pezzo di terra e sono felice. A volte, anche se mi rimangono poche ore in una giornata, mi metto in viaggio da Roma per arrivare qui, camminare e stare in mezzo alle piante. Questo mi basta.

image

Arrivano i ragazzi che lavorano la vigna di Marta. La Cannaiola di Marta.

image

Insieme scendiamo e risaliamo la strada guardando i vigneti e la terra che attende i nuovi impianti di Aleatico.

image

Ci sono domande sui lavori da fare in campagna. C’è chi ha un allevamento di mucche, chi coltiva un orto, chi ha aperto un campeggio. Nessuno ha mai fatto vino. C’è solo il coraggio e la voglia di mettersi a fare e provare a farlo davvero questo vino che un tempo si beveva nel paese di Marta.

È una sincera inesperienza che ha deciso di trovare un suo punto come gli uccelli che ancora stanno chiusi nell’uovo e che un giorno forse se ne andranno via.
Tentare il volo, staccarsi da terra, trovare una propria natura.

image

Si torna in cantina e si preparano i cibi.
Porchetta, salami, coppa fatta con la testa del maiale, fave fresche e pecorino. E nei bicchieri il vino di Andrea.

image

Sono sapori che arrivano da un lavoro paziente. Sapori che puoi toccare e sentire solidi come scolpiti dalle mani di un artigiano del gusto.
Si parla di zappa e di vigne zappate, delle fatica di fare le cose senza aiuti meccanici e senza scorciatoie.
Andrea sta spesso in silenzio, non è certo una persona esuberante almeno a parole, del resto, assomiglia al suo vino.
Ma ascolta con attenta sincerità e risponde per quello che sa mettendo avanti in condivisione il suo modo di fare la sua direzione.

image

Ci salutiamo. I ragazzi tornano alla vigna, Andrea verso Roma ed io mi fermo a Gradoli ancora una notte.

Una sera di tranquillità come immagino tutte le sere nel paese dei papi.
La loro residenza d’estate, il palazzo Farnese, attorniato da case e cortili.

image

Accanto la chiesa e il campanile con le ore.

image

Qualche anziano si siede vicino alle bocche dei leoni e alla loro fontana, una donna lavora con due ferri la lana che è in terra, una bambina vestita di bianco sta imparando ad andare in bicicletta.

image

image

Torno a casa e mi metto a scrivere.
Apro la finestra e appoggio le scarpe al davanzale. Poi mi giro e nel girarmi una scarpa finisce di sotto. Mi sporgo dalla finestra e vedo la scarpa ferma sul terrazzo al primo piano più sotto una donna che lavora nell’orto.
Scendo da basso.
Saluto la donna anziana che sta zappando la terra e le chiedo chi abiti al primo piano.
Non so. Ma puoi salire per l’impalcatura, fai prima così.
Io la guardo e sorrido. Mi arrampico sui pali dell,impalcatura e recupero la scarpa.

image

Poi mi fermo a parlare con Livia, 81 anni. Le faccio una foto, lei ride e tiene con fierezza la sua zappa.
Ormai sono gobba, la schiena non mi fa più male. Si è abituata alla fatica in tutti questi anni.
Finché c’è vita e terra c’è lavoro.

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...